Beni Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per il Polo Museale della città di Roma

Caravaggio - Giuditta che taglia la testa a Oloferne

Caravaggio - Giuditta e Oloferne

Caravaggio (Michelangelo Merisi)
(Milano 1571 - Porto Ercole 1610)
Giuditta e Oloferne
1599 ca.
Tela, cm 145x195
Inv. 2533
Provenienza: collezione Coppi; acquisto dello Stato 1971

A lungo ritenuto perduto e riscoperto da Cellini solo nel 1950, il dipinto si colloca nel momento cruciale della produzione di Caravaggio in cui si compie il passaggio dalle chiare tonalità della pittura giovanile agli accesi contrasti chiaroscurali della maturità. Il soggetto, la decapitazione del generale assiro Oloferne da parte dell'inerme vedova ebrea Giuditta, rappresenterebbe la vittoria sul vizio e sull'eresia, in linea con le dottrine diffuse dal cardinale Carlo Borromeo, cui Caravaggio si dimostra ideologicamente vicino. Il testo biblico viene fedelmente rappresentato dal pittore, eccezion fatta per la schiava Abra: questa infatti, rappresentata non giovane ma vecchia e ripugnante, anziché attendere fuori dalla tenda, partecipa compiaciuta all'esecuzione. Caravaggio la aggiunge alla scena a significare l'umanità corrotta dal peccato verso cui si indirizza il gesto salvifico di Giuditta, che prefigura la venuta di Cristo. Alla bellezza della giovane vedova, appena corrucciata, si contrappongono l'urlo strozzato e gli occhi rovesciati di Oloferne, colto da sorpresa e terrore, nel momento del trapasso dalla vita alla morte.

 

Mibac Minerva Europe Museo & Web
 
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Via del Collegio Romano, 27
00186 Roma, Italia
tel. 39 06 67231
www.beniculturali.it
© Tutti i diritti riservati  
 
Soprintendenza SPSAE e per il Polo Museale della Città di Roma
Piazza San Marco, 49
00186 Roma, Italia
tel. 39 06699941

Galleria Nazionale di Arte Antica in Palazzo Barberini
Via delle Quattro Fontane, 13
00184 Roma, Italia
tel. 39 064814591
e-mal: sspsae-rm.gnaa@beniculturali.it

 

     

  Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!

Copyright 2012 Ministero per I beni e le attività culturali - Disclaimer

pagina creata il 21/01/2009, ultima modifica 25/07/2013